Se fate clic su "Acconsento" utilizziamo cookie non necessari dal punto di vista tecnico (anche cookie di terzi) per potervi mettere a disposizione un'offerta online facile da gestire e per migliorare il nostro servizio e renderlo ancora più interessante per voi. Potete revocare il vostro consenso in ogni momento facendo clic qui. Utilizziamo i cookie tecnici necessari anche se non fate clic su "Acconsento".

Per tenere traccia del vostro comportamento utente CLAAS utilizza anche "Google Analytics". Google elabora i vostri dati d'utilizzo per mettere a disposizione di CLAAS statistiche rese anonime sul vostro comportamento utente.  Google utilizza i vostri dati anche per qualsiasi altro scopo proprio (ad es. creazione di un profilo) e raggruppa i vostri dati insieme a dati di altre fonti. Google potrebbe eventualmente memorizzare i vostri dati fuori dall'Unione Europea, ad es. negli Stati Uniti attraverso Google LLC. Google e le autorità di Stato hanno accesso ai dati.  

Troverete ulteriori dettagli nella parte chiamata "Tutela dei data personali".

Accetto

Cingolatura TERRA TRAC.

Proteggere il suolo per migliorare le rese.

Le grandi superfici d'appoggio delle cingolature per mietitrebbie, trince e trattori proteggono il suolo. Grazie alla ridotta larghezza di trasporto, le macchine possono circolare su strada ad una velocità max. di 40 km/h.

Cingolatura TERRA TRAC.

Proteggere il suolo per migliorare le rese.

Le grandi superfici d'appoggio delle cingolature per mietitrebbie, trince e trattori proteggono il suolo. Grazie alla ridotta larghezza di trasporto, le macchine possono circolare su strada ad una velocità max. di 40 km/h.

Cingolature TERRA TRAC.

Ulteriori informazioni, prove ed esperienze


Esperienza basata sulla pratica.

Per un buon motivo.

«Un terreno sano e fertile è alla base di un buon raccolto. Tutte le misure agrotecniche e per la coltivazione delle piante non portano a risultati positivi senza uno stato ottimale del terreno. Nella pratica devono essere rispettati tempi brevi per la lavorazione del terreno, la semina e la raccolta, sfruttando al massimo le prestazioni delle macchine.

Il nostro terreno – un bene esiguo.

Il terreno è la fonte di produzione principale dell'agricoltura. Non può essere moltiplicato. È pertanto necessario ottenere dalle superfici disponibili le maggiori rese necessarie per soddisfare le esigenze della crescente popolazione mondiale. La principale difficoltà è dovuta all'esigenza di conciliare efficienza e sostenibilità. Le aziende diventano più grandi e il periodo di tempo da destinare alla lavorazione delle parcelle e alla raccolta diventa sempre più breve. Contemporaneamente le macchine diventano più grandi, più potenti e quindi anche più pesanti. La conseguenza è la compattazione del suolo.

Il terreno è il nostro posto di lavoro.

La compattazione del suolo causata da trattori o macchine per la raccolta riduce le cavità nel terreno. Ne conseguono insufficienza d'ossigeno e il rischio di ristagni d'acqua come pure una minore vita nel suolo. Le colture successive lo dimostrano con uno sviluppo stentato, rese inferiori e una crescita peggiore delle radici. I danni causati in una sola raccolta durano anni. Naturalmente i danni non sono irreparabili. Una lavorazione del suolo in profondità, colture intermedie o calcinazione portano a lungo termine al ripristino della capacità produttiva iniziale del terreno agricolo. Tutte queste misure sono però costose. Non sarebbe più semplice evitare i danni? Già durante lo sviluppo delle nostre macchine alla CLAAS cerchiamo di minimizzare gli svantaggi per il suolo. Ci siamo posti l'obiettivo di conservare e proteggere la risorsa più preziosa di tutti gli agricoltori. Infatti, anche per noi, vale il detto il terreno è il nostro posto di lavoro.

Ne conseguono insufficienza d'ossigeno e il rischio di ristagni d'acqua come pure una minore vita nel suolo. Le colture successive lo dimostrano con uno sviluppo stentato, rese inferiori e una crescita peggiore delle radici. I danni causati in una sola raccolta durano anni. Naturalmente i danni non sono irreparabili. Una lavorazione del suolo in profondità, colture intermedie o calcinazione portano a lungo termine al ripristino della capacità produttiva iniziale del terreno agricolo. Tutte queste misure sono però costose. Non sarebbe più semplice evitare i danni? Già durante lo sviluppo delle nostre macchine alla CLAAS cerchiamo di minimizzare gli svantaggi per il suolo. Ci siamo posti l'obiettivo di conservare e proteggere la risorsa più preziosa di tutti gli agricoltori. Infatti, anche per noi, vale il detto il terreno è il nostro posto di lavoro.

TERRA TRAC sulla LEXION

La cingolatura TERRA TRAC ha dato ottimi risultati durante oltre 20 anni di impiego pratico sulle mietitrebbie e viene costantemente perfezionata al fine di soddisfare le alte esigenze dei nostri clienti. Attualmente circa un terzo di tutte le LEXION e la metà delle macchine ibride LEXION sono dotate di cingolatura TERRA TRAC.

TERRA TRAC sulla JAGUAR

Oltre ai noti vantaggi delle cingolature TERRA TRAC in termini di protezione del suolo e trazione CLAAS è il primo costruttore di trince a presentare una soluzione ottimale integrata di fabbrica per avanzare in modo da proteggere il suolo e la cotica erbosa: la nuova JAGUAR TERRA TRAC con funzione di protezione delle capezzagne.

TERRA TRAC sull'AXION

Con l'AXION 900 TERRA TRAC CLAAS presenta il primo trattore semicingolato con sistema di sospensione totale. L'innovazione consiste essenzialmente nell'integrazione della cingolatura ammortizzata TERRA TRAC. Basata sulla nota tecnologia per mietitrebbie, la cingolatura TERRA TRAC è stata adeguata alle esigenze specifiche dei trattori.