Utilizziamo cookies (nostri e di terze parti, ad es. Google Analytics) per rendere più agevole la navigazione sul nostro sito web e migliorare la nostra offerta di contenuti per l’interesse dell’utente stesso.

Continuando a navigare sul nostro sito vengono creati solo cookie necessari dal punto di vista tecnico, mentre se cliccate su “Accetto” verranno abilitati tutti i cookie (anche quelli a scopi commerciali/di marketing).

Se date il vostro consenso, vi ricordiamo che potete disdirlo in futuro in qualsiasi momento.

Troverete ulteriori dettagli nella parte chiamata "Tutela dei data personali".

Accetto

Storia dei prodotti

La storia del successo di CLAAS.

Da quando iniziò nel 1913 con la produzione di legatrici per paglia, l'azienda CLAAS è divenuta una marca importante nella tecnologia delle macchine agricole ed è nota in tutto il mondo. Scoprite i prodotti che hanno fatto di CLAAS l'impresa di oggi.

Storia dei prodotti

La storia del successo di CLAAS.

Da quando iniziò nel 1913 con la produzione di legatrici per paglia, l'azienda CLAAS è divenuta una marca importante nella tecnologia delle macchine agricole ed è nota in tutto il mondo. Scoprite i prodotti che hanno fatto di CLAAS l'impresa di oggi.

1936 - 1943

MDB: la raccolta dei cereali in Europa viene rivoluzionata

Nascita della mietitrebbia CLAAS: con la mietitrebbia-legatrice (MDB) CLAAS lancia con successo sul mercato la prima mietitrebbia funzionante, costruita appositamente per le condizioni della raccolta in Europa. Si trattava del primo passo verso la costruzione delle future mietitrebbie della società CLAAS. La prima macchina fu consegnata all'azienda agricola Zschernitz, nei pressi di Halle/Saale in Germania, in occasione della raccolta del 1936. La mietitrebbia a flusso trasversale MDB era una combinazione tra una legatrice e una mietitrebbia in cui gli organi trebbianti si trovano tra gli elementi di taglio e la legatrice. Dopo il taglio il prodotto era convogliato al battitore mediante un nastro trasportatore. Qui un trasportatore a catena cambiava la direzione della paglia e la inviava allo scuotipaglia. La paglia veniva poi sottoposta a due operazioni di pulizia prima che la granella estratta venisse raccolta nei sacchi sull'apposita piattaforma e che la paglia venisse legata in balle. La MDB passò alla produzione in serie nel 1937. Fino all'arresto della produzione nel 1943, a causa della guerra, erano state prodotte circa 1.400 macchine di questo tipo.

Qui potete scaricare l'opuscolo

1946 - 1978

La SUPER: il maggiolino Volkswagen tra le mietitrebbie

La mietitrebbia-legatrice con il suo processo trasversale raggiunse presto i suoi limiti. Già a partire dal 1942 CLAAS lavora allo sviluppo di una mietitrebbia a flusso trasversale-longitudinale in cui la granella viene separata dal prodotto nel flusso trasversale ed espulsa dalla macchina nel flusso longitudinale. Sviluppata inizialmente con il nome di mietitrebbia-legatrice Super, questa mietitrebbia trainata entrò nella produzione di serie nel 1946 con il nome di SUPER.  Con la SUPER trainata e la sorella più piccola, la JUNIOR ( a partire dal 1953), CLAAS offriva mietitrebbie adatte alla raccolta in Europa.  La mietitrebbia SUPER costruita con una struttura estremamente leggera fu sottoposta a trasformazioni e miglioramenti costanti tra cui, ad esempio, un comando idraulico innovativo denominato AUTOMATIC introdotto nel 1958. Tramite questo comando l'operatore era in grado, con l'ausilio di un distributore idraulico sul trattore, di azionare le regolazioni base della mietitrebbia trainata. Nel corso degli anni la SUPER entusiasmò i clienti grazie alle sue prestazioni elevate, alla sua convenienza economica e alla sua affidabilità. In totale, fino all'arresto della produzione nel 1978, CLAAS costruì oltre 65.000 unità di questa serie di mietitrebbie a Harsewinkel.

Qui potete scaricare l'opuscolo

1953 - 1963

La HERCULES: la prima semovente

Già durante la produzione della mietitrebbia SUPER, di grande successo, CLAAS iniziò a sviluppare una mietitrebbia semovente. Il 15 dicembre 1952, in occasione del compleanno di August Claas, fondatore dell'azienda, venne presentata la prima mietitrebbia semovente CLAAS HERCULES. La semovente CLAAS lavorava con il sistema di flusso longitudinale. L'azienda sviluppava e produceva direttamente tutti i gruppi costruttivi come, ad esempio, l'impianto idraulico o il motore a 4 cilindri raffreddato ad aria.

Dato che il nome era già stato assegnato, CLAAS abbandonò la denominazione HERCULES nello stesso anno dell'introduzione sul mercato, il 1953, e chiamò la nuova mietitrebbia semplicemente SF che corrispondeva all'abbreviazione della parola tedesca «Selbstfahrer» ovvero semovente. La SF non impressionava soltanto per la sua larghezza di lavoro fino a 4,20 metri, che poteva essere sfruttata in tutte le condizioni della raccolta, anche le più difficili, ma anche per la sua grande versatilità. Oltre ai tipi di cereale più comuni la SF trattava senza difficoltà anche piselli, colza, mais, trifoglio, sementi foraggere e altri sementi speciali. Per le sue prestazioni e la sua versatilità la SF era la macchina ideale, soprattutto, per le grandi aziende e per i contoterzisti. Con la SF CLAAS gettò le basi per i modelli di mietitrebbia semovente sviluppati successivamente.

Qui potete scaricare l'opuscolo

1956 - 1960

L'HUCKEPACK: il sistema multifunzione

La CLAAS HUCKEPACK era una mietitrebbia semovente che lavorava secondo il processo di flusso longitudinale con una larghezza di lavoro di 2,10 metri. La sua particolarità era costituita dalla possibilità di trasformare l'HUCKEPACK in un portattrezzi per sfruttare la macchina anche al di fuori della raccolta. Con la HUCKEPACK la macchina semovente doveva diventare economicamente vantaggiosa anche per le aziende più piccole. La trasformazione dell'HUCKEPACK da mietitrebbia a portattrezzi poteva essere eseguita da due persone in circa mezz'ora. Per l'uso come mietitrebbia, l'assale sterzante era posizionato dietro e il sedile dell'operatore doveva essere girato di 180°. I pedali montati fissi erano pertanto disposti al contrario per l'operatore. Come portattrezzi la CLAAS Huckepack poteva essere utilizzata in tutte le situazioni. Essa era dotata di un telaio brevettato con longherone smontabile. Tra gli assali si potevano montare tutti gli apparecchi comuni portati da trattori che venivano comandati idraulicamente. L'HUCKEPACK era dotata di un impianto idraulico a tre punti, nonché di una presa di forza a regime standardizzato e di una presa di forza a regime proporzionale. Il principio HUCKEPACK non è riuscito a insediarsi sul mercato e pertanto la produzione fu arrestata nel 1960. I motivi erano dovuti tra l'altro alla mancanza di sistemi d'attacco rapido adeguati per impianto idraulico, elettrico e presa di forza, che iniziarono a diffondersi solo molti anni più tardi.

Qui potete scaricare l'opuscolo

1958 - 1970

COLUMBUS / EUROPA / MERCUR: la mietitrebbia giusta per ogni agricoltore

La CLAAS EUROPA e la CLAAS COLUMBUS erano mietitrebbie destinate essenzialmente a aziende di piccole dimensioni, che spesso continuavano a trebbiare i cereali con mietitrebbie stazionarie. Sulla EUROPA furono montati gli organi trebbianti della HUCKEPACK. Fu fabbricata a Harsewinkel a partire dal 1958. Un anno dopo fu lanciata la COLUMBUS come versione più piccola, con una larghezza di taglio ridotta da 2,10 m a 1,80 m. I due modelli relativamente piccoli, se comparati alla SF, erano dotati di un equipaggiamento molto moderno per quell'epoca e disponevano tra l'altro di un impianto idraulico per la piattaforma di taglio e l'aspo. Le due mietitrebbie raggiunsero i vertici delle vendite alla CLAAS. In totale furono prodotte 60.000 unità di questo modello. Con la CLAAS MERCUR fu presentata nel 1963 una mietitrebbia che colmava il gap tre le mietitrebbie più piccole della serie COLUMBUS e EUROPA e la MATADOR, il modello successivo della SF. Esternamente molto simile ai modelli più piccoli, la MERCUR era una macchina dotata di quattro scuotipaglia, al posto di tre, e di un battitore di 1060 mm al posto di 800 mm.

ProdottoDownloadTipo
COLUMBUSQui potete scaricare l'opuscoloPDF
EUROPAQui potete scaricare l'opuscoloPDF
MERCURQui potete scaricare l'opuscoloPDF

1961 - 1969

MATADOR: grandi mietitrebbie di dimensioni giganti

Con i due nuovi modelli MATADOR STANDARD e MATADOR GIGANT CLAAS continuò con l'era delle mietitrebbie di grandi dimensioni. La crescente razionalizzazione in agricoltura richiedeva mietitrebbie di grandi dimensioni sempre più potenti e moderne. Per le condizioni d'allora la MATADOR, con una larghezza di lavoro di 6 m, era veramente gigantesca. Inizialmente la MATADOR fu proposta in una versione con un motore diesel da 87 CV, una superficie degli scuotipaglia di 4,5 m² e un serbatoio della granella che con rialzo arrivava a 2690 litri. Poiché i clienti desideravano anche una macchina più piccola, CLAAS sviluppò la MATADOR STANDARD che rispecchiava sotto molto aspetti la MATADOR normale, ma che si distingueva essenzialmente per un motore a quattro cilindri da 68 CV, scuotipaglia più corti e una capacità minore del serbatoio della granella.  Per distinguerla,  la versione iniziale della MATADOR fu ribattezzata con l'aggiunta di GIGANT. Tra il 1961 e il 1969, durante il periodo di produzione di questo modello, CLAAS ha costruito più di 35.000 MATADOR.

ProdottoDownloadTipo
MATADORQui potete scaricare l'opuscoloPDF
MATADOR GIGANTQui potete scaricare l'opuscoloPDF

1966 – 1982

SENATOR / MERCATOR / PROTECTOR: mietitrebbie grandi ed eleganti

Con l'introduzione della SENATOR CLAAS diede un nuovo design alle sue mietitrebbie. Furono adottati grandi rivestimenti protettivi e coperture di metallo. Bordi obliqui rivolti all'indietro sottolineavano i contorni della nuova macchina e il serbatoio della granella formava una linea unica con il rivestimento del motore. Inoltre, fu rielaborato il logo CLAAS e le macchine furono verniciate con il tipico colore verde che contraddistingue ancora oggi i prodotti CLAAS. La SENATOR non solo affascinava con il suo aspetto esteriore, ma anche per le caratteristiche di potenza. Era equipaggiata di serie con sterzo di tipo idrostatico. CLAAS fu il primo costruttore di mietitrebbie a presentare una trasmissione Powerband. Un anno dopo la SENATOR CLAAS lancia la MERCATOR, dotata di una potenza inferiore rispetto alla SENATOR. Il modello PROTECTOR, lanciato nel 1968, completò la gamma di mietitrebbie di grandi dimensioni sotto forma di modello base. Costituiva l'alternativa economicamente più vantaggiosa in questa serie di modelli ed era fornita di serie con piattaforma di taglio fissa di 2,70 m. Nell'ambito del successivo perfezionamento dei modelli, fu conservato soltanto il nome. La SENATOR divenne la MERCATOR 70. Le mietitrebbie PROTECTOR furono ribattezzate con il nome MERCATOR 60 e 50.

ProdottoDownloadTipo
SENATORQui potete scaricare l'opuscoloPDF
MERCATORQui potete scaricare l'opuscoloPDF
PROTECTORQui potete scaricare l'opuscoloPDF

1967 – 1970

La GARANT: mietitrebbia trainata a flusso longitudinale

La mietitrebbia trainata CLAAS GARANT era basata sugli organi trebbianti della mietitrebbia semovente MERCUR. Era spesso presente in aziende di piccole dimensioni, ma non riuscì ad affermarsi a causa della supremazia delle mietitrebbie semoventi.Tra il 1967 e il 1970 furono prodotte circa 1.000 macchine. La CLAAS GARANT è stata l'ultima mietitrebbia trainata prodotta dalla CLAAS.

Qui potete scaricare l'opuscolo

1967 – 1981

CONSUL/COSMOS/COMET/CORSAR: le nuove piccole

Dopo che la CLAAS EUROPA e la COLUMBUS erano entrate con successo nelle aziende agricole a conduzione famigliare, iniziavano ad invecchiare dal punto di vista tecnico ed estetico. CLAAS presentò pertanto, nel 1967, la CONSUL e la COSMOS e l'anno successivo la COMET e la CORSAR. Tutte le mietitrebbie facevano parte della stessa serie di modelli e si distinguevano essenzialmente per le loro dimensioni. La CONSUL era dotata di quattro scuotipaglia mentre le altre tre macchine erano dotate di tre scuotipaglia.

ProdottoDownloadTipo
CONSULQui potete scaricare l'opuscoloPDF
COSMOSQui potete scaricare l'opuscoloPDF
COMETQui potete scaricare l'opuscoloPDF
CORSARQui potete scaricare l'opuscoloPDF

1970 – 1981

COMPACT: mietitrebbie compatte per aziende agricole a conduzione famigliare

Nel 1970 fu introdotta sul mercato la CLAAS COMPACT, una mietitrebbia di piccole dimensioni destinata alle piccole aziende agricole. I modelli 20, 25 e 30 della COMPACT erano volutamente concepiti come piccole semoventi e avevano una struttura completamente nuova. L'obiettivo era di consentire anche alle aziende più piccole di eseguire la raccolta con una mietitrebbia.  Di queste mietitrebbie dal prezzo abbordabile anche per aziende famigliari sono state prodotte più di 7.000 unità tra il 1970 e il 1981.

Qui potete scaricare l'opuscolo


Dalla DOMINATOR alla MEGA

1981 – 1995

COMMANDOR CS: potente otto cilindri

Per aumentare il rendimento delle mietitrebbie di grandi dimensioni, sulle mietitrebbie CS, CLAAS sostituì gli scuotipaglia con un «sistema a cilindri» (sigla in tedesco CS) con otto cilindri di separazione. Il nuovo sistema fu presentato per la prima volta nel 1981 su una DOMINATOR 116 CS. Questa macchina continuava a lavorare con un battitore di 1,58 m di larghezza. Gli otto cilindri erano posizionati dietro il battitore con griglie di separazione al di sotto. La griglia di separazione aveva la funzione di separare la maggior parte della granella dalla paglia. La paglia veniva prelevata dai cilindri di separazione e convogliata forzatamente alla cuffia posteriore. Con questo tipo di trasporto si otteneva un flusso omogeneo del prodotto. La granella poteva essere separata in modo molto efficace dallo strato sottile di paglia. Era possibile adeguare al prodotto sia la distanza delle griglie di separazione che il numero di giri dei cilindri di separazione. Per poter distinguere meglio le macchine con scuotipaglia dalle macchine con sistema a cilindri, alle macchine CS fu assegnato il nome COMMANDOR a partire dal 1986. Il sistema che richiedeva un processo di produzione estremamente complesso non riuscì ad affermarsi completamente sul mercato, sebbene nel 1990 il record mondiale di raccolta fu stabilito con una CLAAS COMMANDOR, che arrivò a raccogliere 358 t di frumento in otto ore. CLAAS produsse ancora la mietitrebbia con il sistema CS fino a 1995.

Qui potete scaricare l'opuscolo

Dal 1992 ad oggi

CROP TIGER: la piccola per tutte le situazioni

In molte regioni al mondo l'agricoltura viene ancora praticata su appezzamenti di piccole dimensioni. CLAAS sviluppò la CROP TIGER per una raccolta economicamente conveniente e con poche perdite. CLAAS cominciò a sviluppare la CROP TIGER già agli inizi degli anni '80 con l'obiettivo di realizzare una macchina piccola per la raccolta del riso, soprattutto per il mercato asiatico. La CROP TIGER fabbricata in India era pensata inizialmente solo per le condizioni speciali della raccolta del riso, ma attualmente, grazie a continui sviluppi, può essere utilizzata con lo stesso rendimento anche per il cereale.

ProdottoDownloadTipo
CROP TIGER 30Qui potete scaricare l'opuscoloPDF
CROP TIGER 30 TTQui potete scaricare l'opuscoloPDF

1993 – 2009

MEGA: più potenza grazie all'APS

Il concetto della CLAAS MEGA riprende quello della DOMINATOR. A caratterizzare il nuovo modello è il sistema di trebbiatura MEGA composto dal classico sistema di trebbiatura CLAAS combinato all'acceleratore con griglia di pre-separazione propria. Il cilindro acceleratore posizionato a monte rende omogeneo il flusso di prodotto e consente un funzionamento stabile della macchina in condizioni di raccolta irregolari. Attraverso l'apposita griglia è possibile separare la granella sciolta e facile da trebbiare già prima del battitore. Gli organi trebbianti della MEGA migliorarono il funzionamento del sistema di trebbiatura, facilitando il compito degli scuotipaglia a valle. Con il sistema MEGA si ottenne un incremento della produzione fino al 30%.

Qui potete scaricare l'opuscolo

2000 – 2009

MEDION: conveniente, flessibile, universale

Sulla scia della serie DOMINATOR con sistema trebbiante convenzionale CLAAS lanciò la MEDION per la raccolta del 2002. La MEDION si distingueva per la sua grande flessibilità, che ne consentiva l'utilizzo anche su parcelle di piccole dimensioni e per raccogliere ogni tipo di prodotto, dalle fave al trifoglio. La MEDION era destinata essenzialmente ad aziende che non volevano rinunciare ad una meccanizzazione propria o che volevano utilizzare la mietitrebbia insieme ad altre aziende per sfruttare al meglio la macchina.

Qui potete scaricare l'opuscolo

Dal 2007 ad oggi

TUCANO: segmento premium della classe medio alta

Con lo sviluppo della TUCANO nel 2007 CLAAS introduce nuovi standard di riferimento nella classe medio-alta. Grazie alla sua versatilità la TUCANO può essere utilizzata praticamente in aziende di tutte le dimensioni e in tutte le condizioni della raccolta. Prendendo a modello la LEXION, sua sorella maggiore, gli ingegneri della CLAAS hanno riunito in questa macchina caratteristiche prestazionali della classe di punta. Su tutti i modelli TUCANO della serie 400 è montato infatti il potente e collaudato sistema di trebbiatura e separazione APS che, a partire dal 2009, viene offerto persino con l'APS HYBRID SYSTEM. Attraverso il sistema d'informazione di bordo CEBIS l'operatore può comandare facilmente aiutanti intelligenti come il nuovo sistema AUTO CONTOUR per le piattaforme di taglio e i sistemi di guida AUTO PILOT e LASER PILOT. Un'ampia gamma di piattaforme di taglio diverse ne consente inoltre l'impiego per differenti tipi di raccolto.

Qui potete scaricare l'opuscolo

Dal 2009 ad oggi

AVERO 240 / 160

AVERO: la nuova classe compatta

In occasione dell'Agritechnica 2009, CLAAS ha presentato, insieme alla nuova TUCANO con APS HYBRID SYSTEM, anche un nuovo tipo di mietitrebbia: la AVERO. Si tratta di una nuova classe compatta collocabile tra la DOMINATOR 150 e la TUCANO. La AVERO è destinata ad aziende di piccole e medie dimensioni che puntano sempre più su soluzioni di meccanizzazione propria. È dotata di molti dei vantaggi delle altre mietitrebbie CLAAS come, ad esempio, il sistema APS, la pulizia 3D e la potente piattaforma di taglio VARIO. Un ulteriore vantaggio è costituito dalla possibilità di montare le stesse piattaforme di taglio della TUCANO e della LEXION.

Qui potete scaricare l'opuscolo