Utilizziamo cookies (nostri e di terze parti, ad es. Google Analytics) per rendere più agevole la navigazione sul nostro sito web e migliorare la nostra offerta di contenuti per l’interesse dell’utente stesso.

Continuando a navigare sul nostro sito vengono creati solo cookie necessari dal punto di vista tecnico, mentre se cliccate su “Accetto” verranno abilitati tutti i cookie (anche quelli a scopi commerciali/di marketing).

Se date il vostro consenso, vi ricordiamo che potete disdirlo in futuro in qualsiasi momento.

Troverete ulteriori dettagli nella parte chiamata "Tutela dei data personali".

Accetto

Storia dei prodotti

La storia del successo di CLAAS.

Da quando iniziò nel 1913 con la produzione di legatrici per paglia, l'azienda CLAAS è divenuta una marca importante nella tecnologia delle macchine agricole ed è nota in tutto il mondo. Scoprite i prodotti che hanno fatto di CLAAS l'impresa di oggi.

Storia dei prodotti

La storia del successo di CLAAS.

Da quando iniziò nel 1913 con la produzione di legatrici per paglia, l'azienda CLAAS è divenuta una marca importante nella tecnologia delle macchine agricole ed è nota in tutto il mondo. Scoprite i prodotti che hanno fatto di CLAAS l'impresa di oggi.

Un nodo scrive la storia.

Alla ricerca di un meccanismo che potesse eseguire nodi affidabili nonostante la pessima qualità dello spago disponibile allora, August Claas sviluppò negli anni '20 il suo apparato annodatore per legare in modo razionale la paglia.

La giovane azienda registra diversi brevetti per l'apparato annodatore tra cui anche, nel 1923, il brevetto per il becco annotatore con labbro superiore mobile, che divenne in seguito anche logo dell'azienda. L'annodatore brevettato CLAAS fu premiato nel corso della 30° esposizione della DLG (società agricola tedesca) ad Amburgo con la grande medaglia d'argento della DLG.

La tecnica dell'annodatore costituisce la base per le legatrici per paglia e le presse CLAAS e venne migliorata costantemente. Dall'inizio della produzione sono state prodotte oltre 400.000 presse e legatrici.

1921

CLAAS riceve il primo brevetto per l'annodatore. Lo speciale becco annodatore con labbro superiore mobile addizionale (brevetto del 1923) diviene in seguito il simbolo della giovane impresa. Negli anni successivi con la produzione di legatrici per paglia e presse si gettano le basi per la crescita economica dell'azienda.

1934

Con la pressa raccoglitrice PICK UP fa la sua apparizione la prima pressa in grado di raccogliere, pressare e depositare sul carro al seguito le balle di paglia.

1961

Avvio della produzione nel nuovo stabilimento di presse nella città francese di Metz, attualmente operante con la ragione sociale Usines CLAAS France (UCF).

1967

Presentazione della pressa ad alta densità di compattazione CLAAS MARKANT che lavora secondo il sistema a pistoni a scorrevoli ed è indicata per la pressatura di paglia e fieno. La MARKANT pressa ad alta pressione balle dense e compatte con il formato 36 x 46 cm.

1976

Presentazione della prima rotopressa ROLLANT di CLAAS con camera di pressatura costante secondo il sistema di pressatura a rulli. Il primo modello è la ROLLANT 85 con un diametro delle balle di 1,80 m e una larghezza delle balle di 1,50 m. Seguiranno le ROLLANT 34, 44 e 62 con un diametro della camera di pressatura di 0,9 m, 1,20 m e 1,60 m e una larghezza delle balle di 1,20 m.

1983

Introduzione del sistema di legatura a rete brevettato CLAAS ROLLATEX. Il ROLLATEX riduce di quasi il 50% il tempo di legatura rispetto alla legatura con spago. Le balle cilindriche legate con il sistema ROLLATEX sono avvolte stabilmente e sono quindi particolarmente adatte allo stoccaggio; inoltre la rete offre già una prima protezione contro le intemperie e può essere rimossa facilmente, se necessario.

1986

Presentazione della CLAAS ROLLANT RAPID 56, la prima rotopressa nonstop al mondo dotata di  precamera. Con questo modello non è più previsto l'arresto durante la legatura delle balle. Le balle avvolte nella rete escono dalla camera di pressatura durante l'avanzamento della macchina.

1988

CLAAS introduce la QUADRANT 1200, la prima pressa per balle giganti. La QUADRANT pressa balle rettangolari di grande volume e densità, definendo una classe di rendimento completamente nuova con balle di 1,20 m x 0,7 m, dimensione che corrisponde esattamente alle dimensioni abituali dei veicoli da trasporto in Europa.

1993

Con l'introduzione del sistema ROTO CUT nel 1993 diviene possibile tagliare il foraggio direttamente davanti alla pressa per creare poi balle d'insilato di qualità con le presse ROLLANT e QUADRANT. Anche la paglia può essere tagliata direttamente sul campo e le balle ad alta densità vengono legate in modo sicuro con il sistema di legatura a rete.

1994

Introduzione della prima pressa per balle cilindriche VARIANT in versione a cinghie con camera di pressatura variabile. Il rotore che entra nella camera di pressatura assicura un inizio sicuro delle balle in tutte le condizioni. La VARIANT 180 è in grado di pressare con grande densità e rendimento, balle cilindriche con diametro da 0,90 m a 1,80 m e 120 m di larghezza. La pressa è pertanto perfetta per l'uso in diverse aziende.

1996

Produzione della rotopressa CLAAS ROLLANT n. 55.555.

1997

Nella CLAAS ROLLANT 250 i rulli a rilievo sono sostituiti con rulli scanalati più piccoli e stabili. La camera di pressatura e il portellone posteriore vengono dotati di un segmento oscillante e il sistema  MPS (sistema di massima pressione) assicura una maggiore pressione sulle balle. Mediante i tre rulli di pressatura in acciaio che sono montati su un segmento girevole mobile nel portellone posteriore e che entrano all'interno della camera di pressatura, si ottiene una maggiore densità della balla.

1997

CLAAS sorprende il mercato con un concetto di trasmissione completamente nuovo sulla QUADRANT 2200. Le QUADRANT 2200 lavorano completamente senza catene. La sincronizzazione dell'alimentatore, dell'unità di legatura e degli aghi è assicurata da un rinvio angolare. La CLAAS QUADRANT 2200 è quindi in grado di lavorare in continuo al limite del rendimento.

2000

CLAAS presenta la ROLLANT con l'avvolgitore a pellicola UNIWRAP. Con la ROLLANT 250 UNIWRAP è possibile legare e avvolgere le balle dopo la pressatura in una sola operazione di lavoro prima di depositarle sul campo.

L'avvolgitore ad alte prestazioni CLAAS avvolge la balla in soli 35 secondi con sei strati di pellicola allungabile. Dopo questo ciclo di avvolgimento estremamente rapido, la balla può essere depositata delicatamente al suolo durante l'avanzamento, grazie all'abbassamento della piattaforma di imballaggio.

2001

Con il FINE CUT CLAAS lancia sul mercato un dispositivo di taglio a 49 coltelli per paglia corta che consente di utilizzare direttamente la paglia corta prodotta in campo per la alimentazione degli animali e nelle lettiere.

2005

La CLAAS ROLLANT n. 80.000 esce dalla catena di assemblaggio dello stabilimento di presse di Metz in Francia.

2006

Con la QUADRANT 3400 CLAAS lancia sul mercato la pressa con la più alta potenzialità produttiva di tutti i tempi. Tutti i componenti sono stati dimensionati per garantire la massima produttività e velocità. Con la QUADRANT 3400 è pertanto possibile trattare fino a 60 t di paglia all'ora. La paglia viene depositata in balle di 1,20 m x 1 m e assicura una maggiore efficienza durante il trasporto.

2007

Presentazione della CLAAS QUADRANT 3200 con precamera a comando idraulico, che consente di reagire rapidamente e comodamente alle diverse situazioni della raccolta. La QUADRANT 3200 è una pressa utilizzabile in numerose situazioni, con cui è possibile ottenere balle perfettamente pressate di 1,20 m x 0,7 m con ogni tipo di prodotto, raggiungendo così un'elevata resa annua.

2009

Con la ROLLANT 455 CLAAS entra nella nuova era delle presse con camera fissa. Dotata di sistema MPS+ a comando idraulico e piattaforma di taglio con 25 coltelli la pressa introduce nuovi standard di riferimento per quanto concerne le prestazioni e la stabilità.

2011

CLAAS presenta la QUADRANT 3300 una pressa in formato 120 x 90. È dotata di precamera  a comando idraulico come la QUADRANT 3400 e 3200. Un rotore di nuova generazione assicura un rendimento elevato e un'ottima qualità della paglia. Si ottengono così balle ad alta densità in tutte le condizioni, che non si deformano durante lo stoccaggio.

2012

Pioniere nel campo dei sistemi di taglio, CLAAS presenta nuovamente un'innovazione tecnologica sotto forma di un telaio portacoltelli per le QUADRANT 3300 e 3200. Per facilitare gli interventi di manutenzione i coltelli dei sistemi ROTO CUT o FINE CUT possono essere estratti lateralmente con facilità dalla macchina su un apposito telaio. La piattaforma di taglio FINE CUT con 51 coltelli e innesto a gruppi di coltelli (51/26/13/12) offre un'elevata flessibilità d'utilizzo per una resa ottimale.